Ricetta: Gnocchetti alla coda di soreca

Gli gnocchetti alla coda di soreca sono un piatto tipico della cucina regionale Laziale, in particolar modo dell’area della provincia di Roma Est nella zona dei Monti Praenestini: Valmontone, Palestrina, Zagarolo.

Si tratta di un piatto molto veloce e facile da preparare con semplici ingredienti, dal costo contenuto e che si accompagnano con un’ampia varietà di condimenti.

Con questa ricetta si può preparare circa 1 chilo e mezzo di gnocchetti alla coda di soreca, con cui potete sfamare un bel po’ di persone: con moderate porzioni da 80/100 grammi, oppure 4/5 commensali che desiderano fare il bis.

Del tutto simili ai Pici Toscani e ai Bigoli Umbri, data la loro forma particolarmente sottile e allungata, nella zona Romana prendono questo specifico nome dialettale (soreca uguale topo).

Procedura

Ingredienti

  • Acqua: 500ml
  • Sale: 1 cucchiaino
  • Olio: 1 cucchiaio
  • Farina: 1 kg tipo Zero
  • Farina di granoturco: quanto basta

Occorrente

  • Ciotola capiente
  • Spianatoia
  • Mattarello
  • Coltello

Tempi

  • Preparazione: 2 minuti
  • Impasto: 15 minuti
  • Attesa: 30 minuti
  • Lavorazione: 1 ora
  • Cottura: 3 minuti
Gli ingredienti per l’impasto

Preparazione dell’impasto

Per amalgamare l’impasto abbiamo due possibilità: fare la classica montagnola aperta nel centro (come farebbe nonna) oppure, per una maggior comodità soprattutto se siete poco pratici come me, porre la farina in un recipiente e versare a poco a poco l’acqua e cominciare ad impastare. A metà dell’acqua aggiungere il sale e l’olio, continuare a lavorare l’impasto finendo anche la restante parte di acqua per altri 10 minuti; lasciarlo a riposo sotto la campana della ciotola per una mezz’ora circa.

Lavorazione degli gnocchetti a coda de soreca

Trascorso il tempo, prendere l’impasto e dividerlo in quattro parti: porne quindi un pezzo sulla spianatoia e schiacciarlo per allargarlo piano piano, prima con le mani poi con l’arma -ehm no- con il mattarello, fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 1 cm. Da questa, con il coltello, tagliate delle strisce lunghe tutta la superficie e larghe mezzo dito circa, poi con i palmi delle mani ondulate la striscia per arrotolarla dalla parte più corta per ottenere un cordone: la famosa coda de sorica.

Ultimare gli gnocchetti a coda de soreca

Ogni coda dovrebbe essere lunga circa 20 cm, più o meno, nel caso qualcuna fosse troppo corta si potranno re-impastare e stendere di nuovo con i vari pezzetti avanzati. Disporre i singoli gnocchetti uno accanto all’altro, senza farli toccare, e spolverandoli con la Farina di granoturco, in questo modo durante la cottura non si avrà l’effetto colla tipico della farina 0. In alternativa è possibile porzionarli in piccoli nidi che verranno cotti insieme. Una volta portata a bollore l’acqua, si possono cuocere gli gnocchetti alla coda di soreca in meno di 5 minuti.

Se ci riesco io, allora lo può fare chiunque!

5 Comments

  • Tanya
    9 mesi ago Reply

    Devono essere veramente buoni, WOW!!

    • ildragocom
      8 mesi ago

      Ciao Tanya e grazie per la risposta, effettivamente piacciono molto.
      Provali anche tu! 😀

  • Carlo
    8 mesi ago Reply

    Interessanti questi articoli, continua così.

    • ildragocom
      8 mesi ago

      Grazie a te Carlo 🙂

  • Pasta al sugo all’Amatriciana, di Aldo Fabrizi – IlDrago.com
    3 mesi ago Reply

    […] o rigatoni andranno bennissimo ma è possibile provare anche con una ricetta da me preparata: gli Gnocchetti alla coda di soreca. Per prima cosa sfilettare la pancetta e il guanciale a listarelle. Quindi mettere una padella sul […]

Rispondi

Start typing and press Enter to search