Gli gnocchetti alla coda di soreca sono un piatto tipico della cucina regionale Laziale, in particolar modo dell’area della provincia di Roma Est nella zona dei Monti Praenestini: Valmontone, Palestrina, Zagarolo.

Si tratta di un piatto molto veloce e facile da preparare con semplici ingredienti, dal costo contenuto e che si accompagnano con un’ampia varietà di condimenti.

Con questa ricetta si può preparare circa 1 chilo e mezzo di gnocchetti alla coda di soreca, con cui potete sfamare un bel po’ di persone: con moderate porzioni da 80/100 grammi, oppure 4/5 commensali che desiderano fare il bis.

Del tutto simili ai Pici Toscani e ai Bigoli Umbri, data la loro forma particolarmente sottile e allungata, nella zona Romana prendono questo specifico nome dialettale (soreca uguale topo).

Procedura

Ingredienti

  • Acqua: 500ml
  • Sale: 1 cucchiaino
  • Olio: 1 cucchiaio
  • Farina: 1 kg tipo Zero
  • Farina di granoturco: quanto basta

Occorrente

  • Ciotola capiente
  • Spianatoia
  • Mattarello
  • Coltello

Tempi

  • Preparazione: 2 minuti
  • Impasto: 15 minuti
  • Attesa: 30 minuti
  • Lavorazione: 1 ora
  • Cottura: 3 minuti
Gli ingredienti per l’impasto

Preparazione dell’impasto

Per amalgamare l’impasto abbiamo due possibilità: fare la classica montagnola aperta nel centro (come farebbe nonna) oppure, per una maggior comodità soprattutto se siete poco pratici come me, porre la farina in un recipiente e versare a poco a poco l’acqua e cominciare ad impastare. A metà dell’acqua aggiungere il sale e l’olio, continuare a lavorare l’impasto finendo anche la restante parte di acqua per altri 10 minuti; lasciarlo a riposo sotto la campana della ciotola per una mezz’ora circa.

Lavorazione degli gnocchetti a coda de soreca

Trascorso il tempo, prendere l’impasto e dividerlo in quattro parti: porne quindi un pezzo sulla spianatoia e schiacciarlo per allargarlo piano piano, prima con le mani poi con l’arma -ehm no- con il mattarello, fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 1 cm. Da questa, con il coltello, tagliate delle strisce lunghe tutta la superficie e larghe mezzo dito circa, poi con i palmi delle mani ondulate la striscia per arrotolarla dalla parte più corta per ottenere un cordone: la famosa coda de sorica.

Ultimare gli gnocchetti a coda de soreca

Ogni coda dovrebbe essere lunga circa 20 cm, più o meno, nel caso qualcuna fosse troppo corta si potranno re-impastare e stendere di nuovo con i vari pezzetti avanzati. Disporre i singoli gnocchetti uno accanto all’altro, senza farli toccare, e spolverandoli con la Farina di granoturco, in questo modo durante la cottura non si avrà l’effetto colla tipico della farina 0. In alternativa è possibile porzionarli in piccoli nidi che verranno cotti insieme. Una volta portata a bollore l’acqua, si possono cuocere gli gnocchetti alla coda di soreca in meno di 5 minuti.

Se ci riesco io, allora lo può fare chiunque!

5 Comments

  • Tanya
    12 mesi ago Reply

    Devono essere veramente buoni, WOW!!

    • ildragocom
      11 mesi ago

      Ciao Tanya e grazie per la risposta, effettivamente piacciono molto.
      Provali anche tu! 😀

  • Carlo
    12 mesi ago Reply

    Interessanti questi articoli, continua così.

    • ildragocom
      11 mesi ago

      Grazie a te Carlo 🙂

  • Pasta al sugo all’Amatriciana, di Aldo Fabrizi – IlDrago.com
    6 mesi ago Reply

    […] o rigatoni andranno bennissimo ma è possibile provare anche con una ricetta da me preparata: gli Gnocchetti alla coda di soreca. Per prima cosa sfilettare la pancetta e il guanciale a listarelle. Quindi mettere una padella sul […]

Rispondi