Ho hackerato il GREEN PASS per renderlo valido!

Non ve lo dicono ma è così.

Solitamente, si dice, che “fatta la legge, trovato l’inganno” anche se è più  (come dicono quelli bravi) un workaround, ma personalmente preferisco il termine raggiro, delle limitazioni.

Non è la prima volta che in ambito informatico si ricorre a questo metodo per ingannare un sistema: l’idea mi è venuta ripensando al modo in cui funzionano alcuni meccanismi di controllo che ho anche sfruttato per un videogioco, e che puoi leggerne il funzionamento in questa guida alle missioni di DRAGON AGE INQUISITION.

Vediamo subito dove sta il difetto.
Nel QR CODE del Green Pass ci sono numerose informazioni che vengono memorizzate: generalità sui dati personali, il tipo di tampone effettuato, dove è stato fatto e la data; quest’ultima riveste un ruolo cruciale.
Una volta che avete scelto il QR CODE da leggere, prendete lo smartphone e cambiate l’impostazione della data inserendo un valore compreso tra i giorni di validità del GREEN PASS.
Fate la scansione del codice con l’APP VERIFICAC19 e il gioco è fatto.

Ovviamente funzionerà solo sul dispositivo a cui avete modificato il giorno, non sarà universale ma di sicuro farà divertire i vostri amici e colleghi, facendogli credere che hanno lo smartphone rotto o che voi siete degli abilissimi hacker.

Buon divertimento!

Rispondi